Business for Art: l’istituzione di un premio dedicato all’arte.

Ci eravamo lasciati in attesa di sapere chi fosse il vincitore del premio Business For Art, sezione speciale dell’11° Premio Arte Laguna. Se ci avete seguito nei mesi scorsi, sapete che tutto è iniziato con la sponsorizzazione da parte di Eurosystem di questo concorso internazionale per la valorizzazione dell’Arte Contemporanea, promosso dall’Associazione Culturale MoCA in collaborazione con lo Studio Arte Laguna, agenzia di comunicazione di Mogliano Veneto.
La sponsorizzazione di Eurosystem prevedeva la premiazione di un video che meglio raccontasse il rapporto tra arte e tecnologia, dimensioni connesse tra loro da uno stesso filo, dove la parola “tecnologia” significa a tutti gli effetti “discorso sull’arte”.

 

Arte e tecnologia al centro dell’opera

Eurosystem ha voluto ricercare l’antico legame con un mondo solo apparentemente diverso: nel video infatti si evince che l’arte ha intrapreso, a partire dall’arrivo di nuove tecnologie, la sperimentazione di forme sconosciute. Da una parte l’artista esprime il proprio ingegno, la propria creatività e le proprie capacità utilizzando abilmente i mezzi messi a disposizione dal mondo della tecnologia, che condiziona l’espressione artistica e la ricezione dell’opera; dall’altra, l’arte, per sua stessa natura, contribuisce ad elevare e aumentare il valore percepito della tecnologia.

 

And the winner is…

E così che abbiamo decretato vincitore Fabio Tabacchi, video maker trevigiano di 28 anni, con una laurea in Scienze e tecnologie multimediali all’Università degli Studi di Udine.

“La sua proposta creativa, inizialmente uno storyboard sviluppato nei mesi che hanno seguito la premiazione, ha raggiunto l’obiettivo da noi richiesto – spiega Gian Nello Piccoli, presidente di Eurosystem – ovvero quello di collegare l’arte e la tecnologia in una relazione di valorizzazione reciproca”.

Il candidato è riuscito a mettere in evidenza, da una parte, la capacità dell’arte di dare un significato superiore alla tecnologia e, dall’altra, l’evoluzione delle possibilità di espressione artistica offerte dalla stessa tecnologia.

“Ci piace l’idea – conclude Piccoli – che nel video ci sia una costante presenza di persone che interagiscono con le opere artistiche, quasi a dar vita ad un ulteriore intreccio: quello tra arte, tecnologia e persone.”

Infatti, dietro ogni opera, oltre ad esserci un artista, esiste un fruitore per mezzo del quale l’opera stessa prende forma e si completa nel suo senso.

 

Condividi

Lavoriamo con

I nostri partner a garanzia della vostra libertà di scelta

Vi servono più informazioni?

La nostra esperienza è a vostra disposizione: saremo felici di contribuire al successo della vostra azienda. Dovete solo raccontarci come possiamo esservi utili.

Volete restare aggiornati?

Vi racconteremo in una mail la tecnologia che cambia le imprese, in meglio e dal nostro punto di vista. Riceverete aggiornamenti su eventi, novità di prodotto e i nostri approfondimenti.

Novità

A FARETE 2019 con molte novità.

Tutte le novità

Perché Eurosystem a FARETE 2019. FARETE 2019 è una tappa irrinunciabile per il dialogo tra le aziende del territorio emiliano-romagnolo e per l’aggiornamento sui cambiamenti che hanno caratterizzato l’ultimo anno. Organizzata da Confindustria Emilia Area Centro, la fiera è arrivata ormai alla sua ottava edizione e si rivolge a tutte le realtà imprenditoriali del territorio […]

Referenze